News

UNBOUND 4 U

IWITHU & Unbound Voices

presentano


I lavori intrapresi in Uganda stanno andando avanti e nuovi progetti saranno presto avviati.

Vista la numerosa e generosa partecipazione ai precedenti spettacoli, siamo felici di invitarti nuovamente per continuare insieme questo cammino di solidarietà.

Questa volta ascolteremo gli Unbound Voices, un coro di voci selezionate per qualità e preparazione diretto dal maestro Vladimiro Marcianò.

Si esibiranno, regalando il loro tempo e il loro talento, in generi diversi (gospel, black music, jazz e pop).

Per prenotare un posto e assistere allo spettacolo basterà un’offerta minima di 15 euro.  Il tuo contributo è importante!

Se vuoi partecipare manda un’email a info@iwithu.org e sarai ricontattato al più presto.

Saranno benvenuti anche i tuoi amici, amici di IwithU!

Continua a seguirci sul nostro sito (www.iwithu.org) e continua a sostenerci!

Ricordiamo che potrai devolvere il 5 X 1000 della tua dichiarazione dei redditi ad IWITHU ONLUS indicando il nostro codice fiscale 97813500580 nello spazio dedicato.

Grazie per tutto quello che potrai fare, ti aspettiamo!


Vladimiro Marcianò, diplomato in Musica Corale e Direzione di Coro al Conservatorio “G.Rossini” di Pesaro, in Musica Jazz al Conservatorio “L.Refice” di Frosinone e al Conservatorio “S.Cecilia” di Roma per il Corso di Didattica della Musica. Specializzato nello studio della musica afro-americana ha pubblicato una tesi premiata presso la Rotary Club per la “Vinicio Mancini”.

Il coro Unbound Voices ha partecipato a numerosi concerti e festival: Concorso T.I.M. Torneo Internazionale di Musica a Roma; Telethon diretta RAI1/RAI2; Varese Gospel Festival; Gospel Connection ad Assisi. La loro discografia: “Gospel e Spirituals” (2000); “Unbound Again” (2006); “Synergy” (2015)

Grazie!

IWITHU ringrazia per la partecipazione, la solidarietà, la generosità dei tanti amici che hanno partecipato alla serata teatrale del 4 novembre.

Grazie anche agli artisti che hanno regalato il proprio talento con simpatia e professionalità.

Con il ricavato di questa serata IWITHU può continuare a lavorare in quei villaggi lontani sempre con lo stesso obiettivo comune: costruire insieme un futuro migliore !

GRAZIE!

L’Immaginario Malato di Molière

VENERDÌ 4 NOVEMBRE al Teatro San Giuliano la IWithU Onlus, Italia e Uganda insieme, ha organizzato uno spettacolo teatrale.

Andrà in scena L’Immaginario Malato di Molière, una divertente commedia teatrale della compagnia amatoriale “I Senza Sipario”, al fine di raccogliere fondi per l’associazione IWithU Italia e Uganda Insieme.

La compagnia ”I Senza Sipario”, si avvale dell’esperienza dell’attrice e regista Liuba Kopyssova ed è guidata da Cecilia Calvi, che da anni porta in scena divertenti commedie teatrali al fine di raccogliere fondi per Associazioni di Volontariato e per Reparti Ospedalieri. Tutti gli attori presenti sul palcoscenico doneranno il loro tempo e il loro talento alla nostra Onlus gratuitamente!

La Trama: Venerdì 17 febbraio 1673, quarta replica de Il Malato Immaginario, l’attore Molière è molto malato e il resto della troupe non vuole andare in scena senza di lui. Il pubblico preme e Charles De La Grange, braccio destro di Molière, per salvare lo spettacolo organizza una prova con dei dilettanti, dalla serva al suggeritore, dal medico alla sarta, alla cuoca, all’amministratore e perfino alle suore della Carità. Il risultato sarà catastrofico ed esilarante, un dentro e fuori scena movimentato e divertente. Ma anche una riflessione sull’ipocondria, che continua a serpeggiare e a colpire alle spalle.

La musica, le luci, i costumi saranno tutti messi a disposizione da professionisti sempre a scopo benefico.

Sarà uno spettacolo divertente, ricorda VENERDÌ 4 NOVEMBRE, con inizio alle ore 20.30, presso il Teatro San Giuliano, all’interno dell’omonima parrocchia in via Cassia 1036, a Roma.

I biglietti per l’ingresso avranno un costo di 20 euro, i posti nel teatro sono limitati, quindi se vuoi partecipare o anche aiutarci nella vendita contattaci (info@iwithu.org), saremo felice di darti ulteriori informazioni e ci potremo accordare per consegnarti i biglietti.

I biglietti devono essere acquistati in anticipo in uno dei seguenti modi:

invito-teatro

Volantino Immaginario Malato di Moliere

IWITHU da MICRO Arti Visive

Purtroppo per motivi imprevisti l’iniziativa del 16 giugno è stata rimandata a data da destinarsi, ci scusiamo per il contrattempo.
Vi aggiorneremo sulle nuove iniziative!


IWithU sta organizzando un nuovo evento per condividere con gli amici la gioia nostra e della popolazione locale per il prosieguo dei lavori nelle scuole di Kyamukubirwa e Buteka in Uganda.

Questa volta saremo ospitati in una galleria d’arte contemporanea: MICRO Arti Visive, situata nello Spazio di Porta Mazzini e curata da Paola Valori.
Avremo così modo di stare insieme per un gustoso aperitivo, sorseggiando del buon vino offerto da Casale del Giglio ed ascoltando musica dal vivo.
Per questa occasione diversi artisti esporranno le loro opere pittoriche in galleria!
Grazie a questa opportunità IWithU, si ripromette, ancora una volta, di vivere insieme a te l’emozione di aiutare, cooperare, costruire insieme.
Solo con il Tuo prezioso contributo, piccolo o grande che sia, e perché no, la Tua attiva partecipazione, continueremo a fare grandi cose in quei villaggi lontani.
Speriamo in una presenza numerosa e magari anche nel coinvolgimento di amici e parenti che possano entusiasmarsi a questa iniziativa, per il benessere e l’istruzione di tanti bambini meno fortunati dei nostri.
Sul posto p
otrai devolvere a tuo piacere un’offerta alla Onlus.

Per motivi organizzativi vi preghiamo di comunicare la vostra partecipazione all’indirizzo info@iwithu.org.

“Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano, ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno” (Madre Teresa di Calcutta)

TI ASPETTIAMO!
giovedì 16 giugno 2016 dalle ore 19:30 alle ore 21:30 
Micro Arti Visive | Spazio Porta Mazzini | Roma, Viale Mazzini 1 

“Un piccolo gesto di solidarietà può cambiare la vita di qualcuno laggiù”